fbpx

Alexa Smart Properties, l’assistente vocale nelle RSA

Alexa

Una delle novità sopraggiunte da diverse testate riguarda la possibilità di integrare l’assistenza vocale nelle strutture delle RSA. In particolare, Amazon ha annunciato la scorsa settimana l’arrivo in Italia di Alexa Smart Properties for Senior Living. Si tratta di un’innovativa soluzione che consente alle case di riposo di integrare l’assistenza vocale nelle proprie strutture.

Alexa Smart Properties for Senior Living è stata progettata specificamente per le esigenze degli anziani e dei loro caregiver, consentendo ai residenti delle RSA di rimanere sempre connessi, informati e intrattenuti.

Possibilità offerte dal nuovo assistente vocale Alexa

Alexa Smart Properties permette ai residenti delle RSA di contattare facilmente i propri cari, grazie alle chiamate Alexa-to-Alexa, e di vedersi tramite comode videochiamate.  Inoltre, per i gestori della struttura sarà possibile assistere gi ospiti nelle diverse attività quotidiane, nonché comunicare con loro sfruttando le funzioni di Alexa. Queste ultime consentono di effettuare annunci, chiamate vocali e video ad altri dispositivi con integrazione Alexa all’interno della struttura.

Gli anziani si sentono più indipendenti tramite le funzioni di Alexa relative alla Smart Home: luci, prese, tapparelle e termostati intelligenti. In questo modo, si risparmia tempo al personale che potrà concentrarsi sulle attività di assistenza e cura. Già disponibile in alcune strutture selezionate in Francia e nel Regno Unito, Alexa Smart Properties for Senior Living sarà presto integrata in Germania e anche in Italia, presso la Residenza Socioassistenziale Madre Teresa di Calcutta di Sarezzo (BS).

Naturalmente, Alexa Smart Properties è stata progettata tenendo conto della privacy: nessuna informazione personale viene condivisa e le registrazioni vocali non vengono salvate. Gli utenti dei dispositivi nelle RSA possono disattivare le funzionalità in qualsiasi momento, semplicemente premendo il pulsante di disattivazione del microfono sulla parte superiore del dispositivo Echo.

L’innovazione tecnologica contro la solitudine

I benefici sulla salute psicologica degli anziani nell’utilizzo di questi strumenti sono stati studiati dal Centro di ricerca dell’Università Cattolica Engageminds HUB, in collaborazione con DataWizard e con il contributo di Amazon. Dall’indagine, è emerso che più di 6 over 65 su 10 hanno dichiarato di sentirsi meno soli grazie ad Alexa. Quasi la totalità ha espresso una maggiore volontà di comunicare con altre persone mediante nuove tecnologie. Inoltre, il 75% del campione ha dichiarato alla fine della sperimentazione di aver visto aumentare il proprio stato di benessere.

Riteniamo che la natura intuitiva e accessibile della voce e di Alexa possa aiutare e al contempo intrattenere i clienti in molti contesti, sia dentro che fuori casa”, ha dichiarato Meryem Tom, Director Alexa Enterprise EU, Amazon. “Siamo entusiasti di estendere le esperienze già apprezzate dai nostri clienti anche alle case di cura per anziani e offrire a queste strutture nuovi modi di supportare il proprio personale, fornendo assistenza personalizzata agli ospiti”.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.