fbpx

Spuntino fuori pasto? 12 cibi per saziare la fame e salvare la linea

spuntino
Per molto tempo lo spuntino fuoripasto è stato considerato il nemico numero uno della dieta. In realtà il problema non è il famigerato “fuori orario” ma, più semplicemente, cosa si mangia e in quale quantità. Per dirla con il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, “siamo quello che mangiamo” e – aggiungiamo noi – non quando lo…

Per molto tempo lo spuntino fuoripasto è stato considerato il nemico numero uno della dieta. In realtà il problema non è il famigerato “fuori orario” ma, più semplicemente, cosa si mangia e in quale quantità. Per dirla con il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, “siamo quello che mangiamo” e – aggiungiamo noi – non quando lo mangiamo.

Sembra un discorso banale. Ma è partendo da questo semplice principio che sempre più dietisti e nutrizionisti hanno smesso di demonizzare gli spuntini al di fuori dei pasti tradizionali. Se non si può cambiare le abitudini degli italiani, almeno le si può migliorare. A partire da un numero: sono circa 800 le calorie che in media ingeriamo ogni giorno attraverso snack, aperitivi, merende, dolci, cioccolatini e altri golosi fuori programma. Saper scegliere lo snack giusto può fare, dunque, la differenza tra una dieta ipocalorica e una equilibrata, senza rinunciare allo sfizio al momento giusto.

Ma esistono altre buone ragioni per capovolgere lo spuntino fuoripasto da nemico della linea a prezioso alleato.

  • Aiuta a controllare il senso di fame, permettendoci di arrivare ai pasti principali della giornata con il giusto appetito ed evitare le classiche abbuffate
  • Evita cali di rendimento psico-fisici nel corso della giornata
  • Permette di integrare i pasti tradizionali con tipologie di alimenti che, per un motivo o per l’altro, non sono stati consumati a pranzo o a cena
  • Non dimenticare di bere molto tra i pasti, alternando bevande calde (thè, caffè, tisane) e fredde (spremute, frullati o succo di pomodoro condito)

La lista degli snack dietetici consigliati è lunga e sfiziosa. Ve ne consigliamo 12.

  • Frutta fresca o di stagione
  • Frutta secca e oleosa (mandorle, noci, nocciole etc.)
  • Yogurt magro, condito con due cucchiai di fiocchi d’avena
  • Fette biscottate alla crusca
  • Una scatoletta di tonno al naturale
  • Verdura cruda: carote, pomodorini, cetrioli, rapanelli e, in generale, ortaggi che contengono vitamine, minerali, fibre e acqua, oltre a naturali proprietà anti-ossidanti
  • Pane di segale con un paio di fettine di prosciutto magro
  • Cracker o grissini, purché senza strutto
  • Uovo sodo
  • Olive nere
  • Formaggio caprino, che stimola la produzione della proteina Cck, efficacissima nel ridurre l’appetito
  • Cioccolato fondente amaro (con cacao oltre il 70%)

Lorenzo Tosa

 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.