fbpx

“Mamma, scrivila tu la mia storia”, un libro tra emozione e dolore

È certamente inusuale per un giornalista, per molti addirittura da evitare, il fatto di narrare qualcosa che ha coinvolto in prima persona. Non sono d'accordo e capita quando il fatto prende emotivamente e viene “sentito” in maniera tanto forte ed emozionale che la voglia di esternare ciò che si è provato supera tutto il resto.…

È certamente inusuale per un giornalista, per molti addirittura da evitare, il fatto di narrare qualcosa che ha coinvolto in prima persona. Non sono d’accordo e capita quando il fatto prende emotivamente e viene “sentito” in maniera tanto forte ed emozionale che la voglia di esternare ciò che si è provato supera tutto il resto.

locandina samuele

 

Mi è accaduto con un fatto di vita particolare. Non unico ma certamente raro, terribile, ma anche motivo di profonda riflessione sulla vita e sui suoi aspetti che non fanno clamore nei media, ma sono le vere tragedie umane. Mi è stato, infatti, chiesto – e l’ho fatto con sincero entusiasmo – di essere tra i presentatori del libro … Mamma, scrivila tu la mia storia…, di Maria Antonietta Biagiotti, edito da Gerry Delfino, autrice che abita a Zuccarello, nell’entroterra di Albenga, insegnante.

E che descrive la storia- tragedia del figlio Samuele, ragazzo dalle grandi passioni sportive vissute fino all’ultimo istante di vita. La donna narra nel volume il decorso della malattia incurabile e la morte del figlio a soli 25 anni, dopo una lotta contro dolore e malattia durata anni. Racconto, diario, narrazione…difficile definire pagine scritte con sentimento dolce anche se triste.

Narrazione commovente, cronismo di cuore, che da la sensazione di come Maria Antonietta abbia partorito due volte: quando è fisicamente nato e poi narrando a tutti la grandezza di chi, pur giovane, nella consapevolezza della fine che verrà presto, fa coraggio agli altri, coltiva le passioni, vive come su il suo domani fosse ancora lungo. Lo fa rivivere anche per chi non lo abbia mai conosciuto.

Auto, moto, animali, la giovane fidanzatina di Samuele, gli amici, la vita “infernale” a casa e negli ospedali, ma anche momenti felici, intensi e belli, della vita di un giovane che, non sapendo cosa accadrà a spezzargliela, la affronta da ragazzino felice, entusiasta di tutto ciò che costituisce la vita stessa. Ciò scorre nelle pagine del libro senza alcun pietismo ma con sincera commozione e forza d’animo, alternata a momenti di comprensibile sconforto, del …cuore di mamma che si chiede perché, contro quella che dovrebbe essere la logica naturale degli eventi, va via il giovane cui si è data la vita, quando si vorrebbe magari dare la propria per la sua. Racconto appassionante, promosso a Genova da Sarda Tellus e dall’Associazione Nazionale dei Carabinieri di Genova – Sampierdarena, Mario Tosa. Il libro è stato donato a Papa Francesco e ha ulteriore intento benefico, per cui i proventi derivanti dalla vendita, che sta procedendo molto bene, saranno devoluti in beneficenza a favore dell’Ugi, Unione Genitori Italiani.

Dino Frambati

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.