fbpx

Separarsi a 60 anni

 I dati Istat rivelano che le separazioni dopo 25 anni di matrimonio sono in aumento rispetto a quelli appena nati. Indipendenza femminile e prolungamento della sessualità maschile sono alcune tra le cause della rottura di un tabùÈ la generazione che ha saputo realizzarsi con il lavoro e non intende rinunciare a nulla anche se il tempo passa; che gode di maggiore longevità e che ha conosciuto l’indipendenza femminile. Fattori che se mescolati alla disponibilità economica, dopo una vita di sacrifici lavorativi, e all’allungamento della sessualità hanno contribuito ad aumentare il numero delle separazioni over 50. 

Secondo una ricerca svolta dall’Università Bicocca di Sociologia di Milano, dal 1974 ad oggi, si sarebbe registrata un’impennata del numero delle separazioni che avvengono una volta superati i sessant’anni. Se nel 2003 infatti si registravano separazioni dal 3,2% al 5,9%, nel 2007 si sono superati gli 8,3% e i dipartimenti delle università italiane ne analizzano cause ed effetti sulla società italiana. 

Alla crisi delle terza età si sarebbe quindi associata quella dell’instabilità coniugale che dipende dalla rivoluzione culturale registrata in questi ultimi quarant’anni. Le donne non sono più gli “angeli del focolaio”: studiano, lavorano, viaggiano, hanno interessi extraconiugali. Gli uomini d’altro canto, grazie a farmaci come “Viagra o Cialis” hanno abbattuto la frontiera dell’autunno sessuale, tipico ad una certa età potendo permettersi anche una nuova vita di coppia. Sia per le donne che per gli uomini, il matrimonio non viene più inteso come un legame per la vita e anche dopo aver passato insieme una vita non ci rassegna davanti ad un sentimento finito.

L’impatto sociale ed economico è notevole. Non tanto dal punto di vista famigliare perché solitamente superati i sessanta i figli si sono fatti una vita loro, quanto dal punto di vista economico perché in ambiti piuttosto modesti, il divorzio può trasformarsi in un radicale impoverimento dei coniugi, aggravato dall’età. Basti pensare a chi si separa vivendo con una pensione e dovendo mantenere l’ex coniuge. A proposito di questo la giurisdizione italiana si sta evolvendo, ma questo sarebbe un altro capitolo da aprire. Quello che è certo è che ci si trova davanti alla rottura di un tabù, accentuato da coppie sposate pubbliche: Pippo Baudo e Katia Ricciarelli, Silvio Berlusconi e Veronica Lario, Al Gore e la moglie Tipper.

Per informazioni sull’argomento trattato, segnaliamo alcuni siti dove potrete trovare tutte le informazioni:

http://www.neodemos.it/index.php?file=onenews&form_id_notizia=371 dove potrete trovare tutti i dati che riguardano le separazioni in Italia, specie quelle over 50.

http://ec.europa.eu/civiljustice/divorce/divorce_ec_it.htm. è il regolamento sulle separazioni e divorzi dell’Unione Europea.

http://www.avvocati24ore.it/index.htm, è un sito gestito da avvocati che offrono consulenza legale online.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.