fbpx

Ritornare tra i banchi? Non è mai troppo tardi

Per imparare non ci sono limiti di età. C’è chi avrebbe amato continuare gli studi, ma per svariate ragioni non l’ha fatto. Dopo una vita passata a lavorare, con più tempo a disposizione, si rispolverano i vecchi sogni nel cassetto e ci si iscrive a corsi di lingue, di informatica, o, perché no, all'università. Il…

Per imparare non ci sono limiti di età. C’è chi avrebbe amato continuare gli studi, ma per svariate ragioni non l’ha fatto. Dopo una vita passata a lavorare, con più tempo a disposizione, si rispolverano i vecchi sogni nel cassetto e ci si iscrive a corsi di lingue, di informatica, o, perché no, all’università.

Il 17 gennaio scorso sono stati presentati a Genova i corsi del secondo semestre dell’UniAuser, l’Università Popolare dell’età Libera. Un’istituzione giunta al quinto anno Accademico, con più di 600 iscritti e quaranta corsi previsti durante il secondo quadrimestre.

L’offerta è molto varia: prevede un corso di educazione finanziaria, organizzato insieme alla Banca d’Italia, per fornire agli studenti degli strumenti di tutela in quanto risparmiatori; lezioni sulla medicina del terzo millennio, sull’adeguamento degli alloggi per renderli più a misura d’anziano e sulla gestione delle emozioni.

Questo è stato anche l’anno accademico che ha dato il via al “secolo delle migrazioni”, corso iniziato nel primo quadrimestre al Galata Museo del Mare, ampliato per il secondo semestre con numerosi nuovi indirizzi. Grazie anche alla collaborazione con l’Ordine degli infermieri e degli assistenti sociali, verrà trattato il tema del maltrattamento degli anziani.

Oltre ai corsi dalle tematiche di grande attualità e interesse, gli studenti possono optare anche per quelli più “tradizionali” che spaziano dalla filosofia alla letteratura e dall’arte alla fotografia. I corsi più richiesti restano sempre informatica e lingue. Tra queste ultime l’offerta prevede l’insegnamento della lingua inglese, francese, spagnola e araba.

L’ampliamento delle offerte dell’Università Popolare e dell’Età Libera e l’aumento del numero di iscrizioni è la prova lampante che la voglia d’imparare rimane viva per tutto l’arco della propria vita, e per quelli che pensano di non avere più l’età per tornare sui banchi di scuola o di università, che non è mai troppo tardi!

(Redazione)

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.