fbpx

Microgreens, la startup che rivoluziona l’agricoltura

Il mondo dell'agricoltura si apre a idee innovative, come quella dei microgreens, i mini-ortaggi Lavorare nell'agricoltura può essere super cool, soprattutto se il lavoro nasce da un'idea innovativa che si trasforma in impresa. E' il caso di sempre più persone che, dismessi i panni da impiegati, si dedicano al lancio di un'attività propria nel campo dell'agricoltura.…

Il mondo dell’agricoltura si apre a idee innovative, come quella dei microgreens, i mini-ortaggi

Lavorare nell’agricoltura può essere super cool, soprattutto se il lavoro nasce da un’idea innovativa che si trasforma in impresa. E’ il caso di sempre più persone che, dismessi i panni da impiegati, si dedicano al lancio di un’attività propria nel campo dell’agricoltura.

Marta e Bill, di Mezzago, ne hanno avuta una vincente di idea e ne sono riusciti a fare la propria attività principale.  Si tratta dei microgreens: micro ortaggi, piantine fatte crescere in vaschette di una decina di centimetri e vendute quando sono alte meno di una spanna.

“Cercavamo qualcosa di nuovo, su cui fare la differenza”, e si sono lanciati nella produzione di Micro ortaggi, sconosciuti in Italia, ma sulle tavole americane sono presenti già dalla fine degli anni Ottanta.

Sono piantine giovanissime, che hanno lo stesso sapore di quelle tradizionali, ma più intenso e sono provviste di composti biologici attivi, più nutrienti. «Agli americani piace per questo – racconta Marta Crippa – ci decori i piatti in modo scenografico. Il gusto è intenso e colpisce, l’odore è evocativo, hanno ottime qualità nutrizionali».

Per coltivarli serve davvero poco spazio, sono piantine perfette per l’agricoltura urbana; non serve un campo, bastano un balcone o un davanzale.

In Brianza, la provincia più urbanizzata d’Italia, Marta e Bill coltivano queste micro verdure in un’ala di un’antica fabbrica dismessa, un’ex distilleria messa a disposizione dalla Coop locale.

«Abbiamo parlato con il presidente, Vittorio Pozzati – racconta Marta – ci ha preso sul serio. Ci ha ascoltato, si è informato, e ci ha dato in uso una parte dell’ex distilleria gratuitamente e ci ha messo in rete in paese per far partire questa start up».

«Sì – conferma Pozzati – se davvero si vogliono aiutare territorio e giovani con idee e sogni concreti, è fondamentale dare una mano, senza tante carte bollate o procedure estenuanti».

E il sindaco Giorgio Monti concorda: «Stiamo sostenendo vari progetti per sostenere o far nascere progetti di agricoltura sostenibile e innovativa sul territorio. Questo ne è un esempio».

Così in 35 metri quadrati producono ventidue varietà di microgreen. Vendono ai ristoranti, alla Coop del paese, ai gruppi di acquisto solidale e tra non molto si lanceranno anche sul commercio on line.

Il sito è pronto, www.coopmezzago.it, ma mancano i dettagli per vendita e spedizioni; mentre i social sono già in uso.

Pietro Santamaria, ricercatore dell’Università degli Studi di Bari, rivela la grande richiesta di informazioni sulle tecniche di questo particolare tipo di coltivazione: «In effetti a noi arrivano richieste da tutta Italia, di professionisti o gente comune che vuole capire come fare per coltivare i microgreens».

Nata come una coltivazione d’elite per i ristoranti americani, si è poi sviluppata anche nel Nord Europa, dove le coltivazioni urbane sono più diffuse. Le ricerche hanno dimostrato che i micro ortaggi sono più ricchi di nutrienti rispetto a quelli tradizionali.

Hai mai pensato di mettere in piedi la tua idea innovativa in agricoltura? Partecipa al concorso di Bayer StartUp4Life: in premio un anno di assistenza nella costituzione dell’impresa e nella comunicazione! 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.