fbpx

Invecchiamento attivo: i Gruppi di Cammino

Nell’anno europeo che celebra la solidarietà tra generazioni e l’invecchiamento attivo, abbiamo intervistato Cristina Barbera dell’Associazione Anziani Oggi, che realizza sul territorio genovese importanti iniziative a favore dei senior.

Quali sono i fattori che concorrono all’invecchiamento attivo?

Come anziano attivo si intende una persona che sta bene in salute, cura i propri interessi e ha delle relazioni sociali. Gli interessi possono essere diversificati e vanno dalla cura della propria famiglia (nipoti, anziani), ai viaggi, alla cultura, ad attività di tipo manuale e anche al piacere di muoversi e di condurre una vita sana.

Da un punto di vista psicologico quali sono gli elementi determinati per un invecchiamento attivo e consapevole?

Sentirsi utili e avere delle relazioni sociali è molto importante. Molti anziani fanno volontariato sociale, decidendo di dedicare parte del loro tempo a chi è in difficoltà. Anche nella legge regionale sull’invecchiamento attivo viene indicato che una delle caratteristiche per invecchiare bene è proprio “fare volontariato sociale”. La relazione sociale è fondamentale nella terza età: la condivisione di obiettivi comuni, la complicità, il confronto sono ingredienti fondamentali per il benessere psicofisico.

Quanto incide l’attività fisica sul processo di invecchiamento?

L’attività fisica ha molti aspetti positivi: chi si muove di più vive più a lungo. I benefici riguardano da un lato la salute fisica (maggior equilibrio, mobilità articolare, tono muscolare, coordinazione dei movimenti, ampiezza respiratoria), dall’altro la salute mentale. Il movimento produce endorfine, sostanze chimiche che danno senso di benessere. A un patto però: la scelta dell’attività fisica deve essere motivata. La persona deve scegliere la disciplina che più le piace. Oggi la scelta è molto ampia: dalla ginnastica dolce, al ballo, allo yoga al Tai Chi, alla danza del ventre, all’ultima nata, “la Zumba”.

In cosa consiste la ginnastica dolce e a chi si rivolge?

La ginnastica dolce è un’attività che tocca obiettivi importanti come la percezione di sé, l’educazione respiratoria, la mobilità articolare, la ginnastica vertebrale, l’equilibrio statico e dinamico, la coordinazione generale e specifica, la socializzazione, il rilassamento, e l’applicazione dei movimenti corretti alla vita di tutti i giorni (ad esempio come portare le borse della spesa, come stirare senza farsi venire il mal di schiena, come ci si deve alzare da letto).

Quali sono i benefici di questo tipo di ginnastica?

La letteratura scientifica ha già dimostrato ampiamente che un’attività fisica moderata porta giovamento, mantiene la forma fisica e ne previene il peggioramento favorendo l’invecchiamento in salute. Nella nostra Associazione Anziani Oggi quest’anno abbiamo sviluppato ben tre progetti con test d’entrata e di uscita su parametri fisici (capacità coordinative e condizionali) e psichici, uno sulla prevenzione delle cadute, uno sull’osteoporosi e uno sull’attività motoria e il campo visivo. Tutti presentano dati positivi di ricerca.

Come è nato il progetto “Gruppi di Cammino”? In cosa consiste e quali risultati ha raggiunto?

È un discorso che parte da lontano. Per Gruppo di cammino si intende un’attività organizzata in cui un gruppo di persone si ritrova, due o tre volte la settimana, per camminare lungo un percorso urbano o extra urbano di circa 2 km, sotto la guida inizialmente di uno specialista laureato in scienze motorie e successivamente di un conduttore (walking leader) interno al  gruppo e appositamente addestrato. Il gruppo parte alternando minuti di cammino lento a minuti di cammino veloce (che aumentano progressivamente, settimana per settimana fino ad arrivare a 30 minuti di cammino veloce), arriva in un’area verde (o una spiaggia) ed esegue alcuni esercizi specifici di equilibrio, mobilità articolare, coordinazione, e respirazione e poi riparte per tornare al punto di partenza. Abbiamo cominciato nel 2008 con il supporto di Regione Liguria, Asl, Università di Genova e Uisp, con un finanziamento del Ministero della Salute. Da subito abbiamo cercato di diffondere questo progetto in tutta la Liguria, iniziando da Genova e poi estendendolo anche alle altre province. I gruppi di cammino attivati nelle cinque Asl liguri dal 2008 ad oggi coinvolgono Asl 1 (7 gruppi), Asl 2 (9 gruppi), Asl 3 (43 gruppi), Asl 4 (6 gruppi), Asl 5 (8 gruppi). In totale esistono ormai 73 gruppi di cammino, con più di 1000 persone anziane coinvolte. Gli obiettivi del progetto sono la riduzione degli incidenti domestici negli anziani (prevenzione alle cadute), la promozione di uno stile di vita sano attraverso l’incremento dell’attività fisica nella vita quotidiana, favorire la relazione sociale. Sul sito della Asl (www.asl3.liguria.it) si possono anche vedere alcuni video dell’attività. L’esperienza per me è stata molto gratificante, per l’entusiasmo delle persone, la condivisione ma anche perché abbiamo avuto la possibilità di mettere insieme diverse competenze (Asl e Università di Scienze motorie) offrendo alle persone sul territorio la possibilità di utilizzare un servizio gratuito con alta professionalità.  

In quali città sono presenti i gruppi di cammino?

Genova (quasi uno per ogni quartiere), Savona, La spezia, Imperia, Chiavari e tanti Comuni delle due riviere.

Progetti per il futuro?

Abbiamo molto progetti, a partire dal Progetto AFA mal di schiena (attività fisica adattata), al Progetto Parkinson, Progetto Osteoporosi, Progetto Vela, Progetto pavimento pelvico, Memory training e molti altri ancora. Alcuni gratuiti, altri con prezzi contenuti, accessibili a tutti. Basta volerlo.


Daniela Ameri


Per Informazioni:
Associazione Anziani Oggi
www.villapiaggio.it 
tel. 010/4070534

 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.