fbpx

Giovani dipendenti dalla rete: rischi e contromisure dei genitori e delle Associazioni

I bambini e gli adolescenti di oggi navigano in rete con una semplicità che spesso spaventa noi adulti che, per quanto ci proviamo, non riusciamo a stargli dietro. La nuova generazione, cresce e si incontra tra i post di Facebook, le immagini di Pinterest, i messaggi di What's App, i fatidici 120 caratteri di Twitter, le…

I bambini e gli adolescenti di oggi navigano in rete con una semplicità che spesso spaventa noi adulti che, per quanto ci proviamo, non riusciamo a stargli dietro.

La nuova generazione, cresce e si incontra tra i post di Facebook, le immagini di Pinterest, i messaggi di What’s App, i fatidici 120 caratteri di Twitter, le divertenti immagini di SnapChat. Noi di questi nomi di origine inglese ne conosciamo solo uno, al massimo due e quando li sentiamo sentire parlare ci chiediamo dove sia finito il caro, vecchio telefono con i fili e la tastiera per che girava.

I tempi passano, che noi lo vogliamo o no, ed è normale che i nostri ragazzi oggi vivano -anche- di questo. Non cresceranno rimbambiti solo perché si mandano i vocali su What’s App e, che ci crediate o no, è anche possibile che il loro senso critico, la loro cultura e la loro comprensione del mondo e degli altri aumenti addirittura, stando su Facebook.

Per loro è normale usare i social network come parte integrante dei processi comunicativi, di socializzazione, di conoscenza, di creatività e di espressione. Attraverso il web costruiscono una sfumatura della propria personalità, mettono in moto idee e le fanno circolare, conoscono persone che -non sempre, ma spesso sì- alla fine si possono dimostrare amici migliori di quelli reali.

Internet è ormai talmente insito nella nostra vita (anche leggendo questo articolo lo state usando) che è impensabile pensare di vivere senza. Sarebbe come isolarsi dal mondo, come diventare eremiti. Tuttavia, in un mondo così complesso e nuovo, soprattutto per noi che nativi digitali non lo siamo, è importante anche imparare a riconoscere le sfide che il nuovo strumento di comunicazione ci pone davanti. Come si concilia la libertà d’espressione che fa di Internet il luogo aperto, di condivisione e diffusione di idee che vuole essere, con la necessità di ridurre i rischi, di censurare i pericoli, di proteggere i giovani da informazioni o persone che non vanno bene per loro?

I dati che emergono dall’indagine “Tempo del web. Adolescenti e genitori online” realizzata da SOS Il Telefono Azzurro Onlus rivelano che 1 ragazzo su 4 risulta essere sempre connesso, che 4 su 5 frequentano i siti porno, che 3 genitori su 4 non sanno cosa sia il sexting, mentre 1 su 10 non ha mai sentito parlare di cyberbullismoSapere cosa fanno i propri figli online senza criminalizzarlo è il modo migliore per evitare che si caccino nei guai senza stargli con il fiato sul collo.

Per questo motivo SOS Il Telefono Azzurro Onlus ha deciso di fare proprio lo slogan del Safer Internet Day 2016Play your part for a better internet” chiedendo a ogni attore in campo di fare la propria parte per rendere Internet un posto più sicuro per i ragazzi.

Per le aziende, in particolare quelle operanti nel settore tecnologico, è stata formulata la Carta di Milano, attraverso la quale si richiede di contribuire alla ricerca e all’individuazione del giusto equilibrio tra libertà di impresa e diritti di tutti i cittadini, in primis minorenni.

Per tutti gli utenti è stata lanciata DIVENTA UN DIGITAL SUPPORTER #TAdigitalsupporter, una campagna che mira a costituire una rete di volontari digitali pronti a diffondere attraverso i social informazioni e materiali sul tema dell’Internet sicuro e segnalare potenziali pericoli sul sito doitbetter.azzurro.it.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.