fbpx

FederAnziani, Selvi: «Più servizi e formazione nelle associazioni della terza età»

Eleonora Selvi è la nuova presidente nazionale di Senior Italia FederAnziani, la federazione delle associazioni della terza età. L’abbiamo intervistata per fare il punto sugli scenari della sanità nel post Covid e per capire quali sono le principali iniziative che la federazione ha messo in campo per i senior.

Di che cosa si occupa FederAnziani?

«FederAnziani è una federazione che riunisce le associazioni della terza età, tra cui i centri anziani noti a tutti come “circoli ricreativi”, fondamentali per la vita degli over 65 sul territorio. E non solo perché spesso sono degli spazi aperti anche all’incontro intergenerazionale per le tante attività che vi si svolgono. Il lavoro che noi facciamo è quello di portare un cambiamento in questi luoghi tradizionali e che stiamo aprendo sempre più a servizi, alla formazione, a tutto quello che può essere utile per il cittadino senior».

Cosa è cambiato nell’assistenza e che cosa si prevede cambierà ancora nel post Covid?

«È stato un periodo che ha pesato sulle persone anziane più che su tutti gli altri, i più colpiti dal Covid e quelli che hanno avuto un maggior rischio di correre in complicanze. in molti casi, si sono autolimitati in modo importante finendo per annullare completamente la propria vita sociale per confinarsi in casa. Non andare al pronto soccorso anche di fronte a sintomi importanti, come quelli di un attacco cardiaco, è la testimonianza più efficace della paura che si è diffusa. Nel primissimo periodo del lockdown sono inoltre scomparsi quei punti di riferimento della quotidianità, come i centri anziani, che abbiamo citato prima, ma anche la vita nelle parrocchie, nei vari luoghi di aggregazione punti di riferimento della vita associativa. È anche mancato il supporto da parte delle istituzioni che avrebbero dovuto far ripartire tutto questo al più presto».

FederAnziani ha avviato in quel periodo iniziative importanti che state ancora proseguendo…

«Innanzitutto, siamo partiti dall’idea che la principale fragilità era la solitudine. Insieme alla società degli psicologi dell’emergenza, abbiamo attivato un numero verde, attivo per tutti i mesi più tragici della pandemia, per aiutare le persone sole. Abbiamo anche dovuto sviluppare nuovi sistemi di comunicazione (digitali e non) per continuare a fare il lavoro che facevamo prima nei centri anziani, la sensibilizzazione nell’informazione soprattutto in ambito sanitario: l’importanza della prevenzione e la diagnosi tempestiva che vanno al di là del Covid. È nato quindi un tg che va in onda tutti i giorni su diversi canali televisivi e su un network di 124 radio».

Noi di Altraetà abbiamo fatto parecchi servizi giornalistici sul fatto che non esiste solamente il Covid-19, ma ci sono anche delle malattie che non si sono fermate e i nostri senior hanno bisogno di poter essere curati. Cosa sta accadendo con le liste d’attesa? Stanno aumentando i ritardi per l’assistenza?

«Purtroppo, questo è un problema che ormai è cronico nella sanità italiana ma che in questi due anni si è ulteriormente inasprito. Questo perché abbiamo avuto prima la totale chiusura delle attività ambulatoriali e poi un accumulo di prestazioni arretrate in tutti i settori, che ancora oggi si fa molta fatica a recuperare. Questo significa arrivare tardivamente alle diagnosi e quindi un peggioramento delle condizioni di vita delle persone. Quello che noi abbiamo fatto concretamente come FederAnziani è stato attivare un numero verde che si chiama Pronto Senior Salute, attivo tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 13 e dalle 15 alle 17,30. Un numero che prende in carico tutte quelle situazioni di persone che hanno avuto degli appuntamenti i cui tempi vanno oltre quelli previsti dal piano nazionale delle liste d’attesa. Il numero è 06 62274404».

Daniela Boccadoro Ameri

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.