fbpx

È Sextember, il primo mese dedicato alla salute sessuale di tutti

Sesso nella maturità: intervista alla sessuologa

Nasce il mese della salute sessuale e così settembre diventa “sextember”: l’iniziativa, lanciata da Durex, leader nel mercato del benessere sessuale, è in programma fino al 30 settembre 2021 e ha l’obiettivo di promuovere comportamenti sempre più responsabili e consapevoli in ambito affettivo e sessuale e offrire un panel di servizi e consulti medici e psicologici alle persone.

L’iniziativa è in partnership con il Santagostino, rete di poliambulatori specialistici, la prima in Italia a sperimentare un modello di sanità fortemente digitalizzata.

In Italia sono comuni le iniziative di sensibilizzazione dedicate a tematiche di prevenzione, ma quasi nessuna di queste ha avuto, fino a oggi, un riferimento alla salute sessuale. È per questo motivo che Durex ha deciso scendere in campo, dando concretezza al proprio impegno affiancando l’offerta di servizi medici e psicologi alle attività di sensibilizzazione e comunicazione in ambito di prevenzione e salute sessuale.

«L’obiettivo primario di Durex è quello di sostenere la collettività e aiutare le persone di ogni età a prendersi cura della propria affettività e sessualità attraverso la promozione di comportamenti responsabili e consapevoli – ha affermato Laura Savarese, regulatory affairs director southern Europe, Reckitt – Abbiamo deciso di intraprendere questo progetto, nuovo per il contesto italiano, che innanzitutto ribadisce il nostro impegno in iniziative educazionali ricche di contenuto scientifico al fine di promuovere una riflessione sul concetto più ampio di salute sessuale».

Un concetto che «non è solo da intendersi nel suo significato clinico di assenza di patologia – continua Savarese – essa comprende la sfera intima, affettiva ed emotiva che sono alla base del benessere personale. Con Sextember abbiamo il concreto proposito di andare oltre, offrendo, in sinergia con il nostro partner Santagostino, interventi diretti di attenzione e supporto a chi si trova in difficoltà o ha bisogno di un confronto medico o psicologico su un tema riferito alla sua salute intima e sessuale».

L’iniziativa

L’iniziativa lanciata da Durex e Santagostino ha una doppia anima. La prima è educativa: tramite la distribuzione di kit dedicati in oltre 1.200 farmacie di tutta Italia e materiali informativi nelle sedi e negli ambulatori del Santagostino in Lombardia, Durex vuole sensibilizzare le persone sul concetto ampio di benessere sessuale, che non è soltanto riferito agli aspetti clinici ma che necessita di educazione all’amore, alle emozioni, al rispetto, alla consapevolezza e alla responsabilità delle proprie scelte.

Il secondo ambito è quello clinico e psicologico: attraverso la messa a disposizione, in forma gratuita, di videoconsulti (ginecologici e ostetrici, andrologici, venereologici e dermatologici) e videoconsulenze (psicosessuologiche) online da parte di medici e psicoloterapeuti del Santagostino per le persone che lo richiederanno e che ne avranno bisogno.

La sinergia creata dalla partnership tra queste due realtà permetterà di coniugare l’impegno di Durex con l’esperienza medico-psicologica e la capillarità del Santagostino, non solo riferita agli ambulatori fisici ma anche e soprattutto alle sue tecnologie all’avanguardia che permettono di svolgere i consulti in modalità digitale offrendo alle persone servizi di alta qualità a tariffe accessibili.

«Questa partnership con Durex – ha spiegato Luca Foresti, amministratore delegato del Santagostino – è perfettamente in linea con la nostra mission, che è quella di ascoltare e prendere in carico i bisogni di salute delle persone. Che significa non solo erogare prestazioni sanitarie di alta qualità, ma anche e soprattutto contribuire a stili di vita sani e abitudini corrette. La sfera della salute sessuale è proprio una di quelle in cui questo approccio preventivo è fondamentale. Mettiamo a disposizione volentieri i nostri medici, i nostri psicoterapeuti più esperti, la nostra tecnologia per un progetto dal forte impatto sociale».

Con la ripresa delle attività sociali, della scuola, dei contatti e dei rapporti, che tanto sono mancati nell’ultimo anno e mezzo a causa della pandemia da Covid-19, settembre rappresenta un vero e proprio momento di ripartenza che Durex, con il progetto Sextember – Il Mese della Salute Sessuale, vuole celebrare gettando una base importante nel tentativo di creare un momento dedicato alla salute e al benessere sessuale e ai servizi di supporto in questo ambito, promuovendo un sempre maggiore dibattito sulla tematica tra istituzioni, pubblico e privato.

A questo proposito, Durex è pronto a collaborare con tutte le istituzioni, a partire dal ministero della Salute e dal Parlamento, che quotidianamente sono impegnate o intendono impegnarsi sui temi della sessualità e dell’affettività al fine di aumentare l’efficacia degli interventi di educazione e favorire comportamenti sempre più responsabili e consapevoli.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!