fbpx

Dolore cronico: passa da Genova la campagna Niente Male Hub2Hub

Il diritto a non soffrire è un argomento molto delicato e, purtroppo difficile. Nel 2010, però, è stata varata la Legge 38 per avvicinarsi alle persone affette da dolore cronico. Per verificare se la presenza di un centro d’eccellenza per il trattamento del dolore (HUB) all’interno di un ospedale abbia ripercussioni positive sui pazienti ricoverati,…

Il diritto a non soffrire è un argomento molto delicato e, purtroppo difficile. Nel 2010, però, è stata varata la Legge 38 per avvicinarsi alle persone affette da dolore cronico.

riforma-sanitaria-balduzzi

Per verificare se la presenza di un centro d’eccellenza per il trattamento del dolore (HUB) all’interno di un ospedale abbia ripercussioni positive sui pazienti ricoverati, per mettere a fuoco il reale approccio dei clinici al problema per diffondere la conoscenza della Legge 38 e della terapia del dolore, è partita la campagna itinerante Niente Male-Hub2Hub voluta dall’Associazione pazienti vivere senza dolore.

Dopo la prima edizione nel 2012, il progetto torna per verificare cosa sia realmente cambiato all’interno dei reparti ospedalieri italiani a 4 anni dalla Legge 38. Un questionario specifico permetterà di intervistare i pazienti della struttura in merito al loro dolore e a come questo venga trattato. Sarà poi valutata la conoscenza della Legge e delle basi cliniche della terapia antalgica da parte dei medici dell’ospedale.

In più, tratto distintivo di questa seconda edizione, ci sarà un focus specifico sul dolore nel bambino. Anche i reparti di pediatria rientrano nel progetto e i questionari saranno rivisti e adattati alle caratteristiche dei piccoli pazienti e dei loro genitori, per comprendere come vivono la sofferenza, quali sono le loro paure, con chi si confidano quando stanno male. Proprio per i più piccoli nei gazebo informativi Niente Male-Hub2Hub, oltre a dei gadget pensati per loro, verrà regalato anche un regolo, strumento indispensabile per la misurazione del dolore, realizzato unendo la scala NRS (da 0-10), per gli adulti, alla scala a “faccine”.

In Liguria appuntamento martedì 4 novembre a Genova, presso l’Ospedale San Martino.

“Oggi in Italia il 26% della popolazione è affetta da dolore cronico non oncologico e i più colpiti sono gli over 65. Dal momento che in Liguria ci sono molti anziani, questa percentuale da noi è sicuramente più alta, con oltre 420.000 pazienti che soffrono, di cui 154.000 solo a Genova”, spiega la dr.ssa Lucia Zappi, Responsabile del Centro di Terapia del Dolore presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino. “Abbiamo preso parte alla prima edizione della campagna e adesso partecipiamo con entusiasmo alla seconda. Ci auguriamo di poter raccogliere informazioni utili sulla preparazione degli operatori sanitari e la sensibilizzazione di cittadini e pazienti, entrambe migliorate a mio giudizio. Negli ultimi due anni, infatti, in Liguria sono stati fatti importanti passi avanti, basti pensare all’istituzione della Rete regionale di Terapia del Dolore: spero che i dati ci diano ragione. Certo, occorrono ancora ulteriori sforzi per rendere l’informazione alla popolazione davvero capillare e far conoscere l’attività di centri specializzati come questo. Uno dei messaggi chiave più importanti è che, per sconfiggere il dolore, serve una solida alleanza terapeutica medico-paziente, dove il primo è tenuto a prestare l’assistenza più appropriata e il secondo è pronto a impegnarsi in un percorso di cura che richiede anche il suo attivo contributo, aderendo in modo puntuale alle terapie e adottando corretti stili di vita”. 

I risultati emersi dalla prima esperienza avevano evidenziato in Italia una situazione non soddisfacente: poca conoscenza della Legge 38 da parte di medici (27%), pazienti (22%) e cittadini (29,6%); alta prevalenza del dolore non gestito adeguatamente sia tra i ricoverati (51%) sia tra la popolazione (61,7%); scarsa preparazione dei clinici in ambito dolore. In questi anni sono state realizzate numerose attività informative, per la popolazione, e formative, rivolte alla classe medica. Niente Male – Hub2Hub ripercorre le stesse tappe dell’edizione 2012, con il preciso scopo di rendere i dati raccolti confrontabili e poter valutare se è finalmente cambiato l’approccio al dolore o se siamo ancora lontani dall’obiettivo.

 

 

 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.