fbpx

Correre in inverno dopo i 50 anni

correre inverno

Correre è un’attività fisica di tipo aerobico che richiede un rilevante impegno fisico. I benefici della corsa sul cuore, sulla mente e molti altri organi vitali fanno sì che questa attività sia praticata anche tra i senior. Correre libera dallo stress, ci mantiene in forma e accentua il nostro buonumore. È efficace anche nella prevenzione e nella cura di molte malattie derivanti da stati infiammatori.

Questi effetti positivi, inoltre, non si limitano al momento dell’attività fisica, ma hanno una ricaduta su tutto lo stile di vita.

C’è chi ama così tanto la corsa da non lasciarsi abbattere nemmeno dal gelo e dalla pioggia della stagione invernale. Correre in inverno aiuta a rafforzare il sistema immunitario e proteggere dal raffreddore e da altri disturbi di stagione. Tuttavia, è importante prendere in considerazione alcuni accorgimenti e non rischiare cadute o infortuni indesiderati, specialmente se vicini alle feste.

1. Non sottovalutare la corsa e consultare un medico

Spesso si sottovaluta la corsa, ritenendo che si faccia uno sforzo minore rispetto ad altre attività fisiche e che non sia necessario consultare il proprio medico. Tuttavia, soprattutto dai 50 anni in poi è fortemente consigliato fare una visita dal cardiologo prima di iniziare a correre, soprattutto se si pensa di farlo in inverno, quando le basse temperature possono favorire la vasocostrizione e un rialzo della pressione.

Basta un elettrocardiogramma, meglio se sotto sforzo, per verificare se è tutto nella norma. La corsa è uno sforzo per il sistema cardiocircolatorio e, per questo motivo, va praticato con estrema attenzione.

A differenza di quanto si pensi, correre con il freddo non mette a rischio il cuore. Al contrario, è un’attività aerobica e per alcune persone può essere addirittura una terapia.

2. Prima di tutto lo stretching

Uscire in strada e iniziare a correre non è mai una buona idea. In inverno, specialmente, può essere un rischio per le articolazioni. A causa del freddo si ha una vasocostrizione, ovvero arriva meno sangue alle fibre muscolari che rendono i muscoli più contratti. Per questo è fondamentale il riscaldamento prima di iniziare a correre.

Almeno cinque minuti di stretching prima e cinque quando si è finito sono fondamentali per evitare strappi alla schiena o alla coscia. È importante allungare tutti i muscoli della gamba, anche quelli interni e quelli posteriori, e non bisogna partire in velocità. È bene iniziare a correre molto lentamente per poi aumentare gradualmente l’intensità del movimento.

3. Ricordati i guanti e il cappello

Avere freddo alle mani o alla testa non è un sintomo da ignorare. Le nostre estremità si raffreddano prima, perché spesso sono scoperte e non sono coinvolte direttamente nel movimento della corsa.

Per mantenere costante la temperatura del corpo è necessario correre con il cappello e con i guanti. Se le dita sono fredde favoriscono la vasocostrizione e, di conseguenza, è più facile avere microtraumi ai capillari, in varie parti del corpo. Anche un colpo di vento alla testa può favorire l’emicrania o il torcicollo.

4. Non ritardare la doccia

Le temperature più rigide si combattono correndo con un abbigliamento tecnico adeguato, ma al termine della corsa non è proprio il caso si restare in giro con il sudore addosso. Si rischia di andare incontro anche a crampi e contratture.

I muscoli, infatti, hanno bisogno di rilassarsi per lo sforzo appena fatto e il corpo deve ritrovare la sua temperatura ottimale, che solo una doccia con acqua molto calda può ristabilire velocemente. Solo così la corsa sarà benefica per il corpo e per l’umore perché, ritrovato il confort, il nostro organismo produrrà più endorfine, le sostanze amiche del benessere.

 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.