fbpx

Capelli ricci: come curare e valorizzare la tua chioma

capelli ricci

capelli ricci sono un elemento di bellezza molto ricercato, una caratteristica peculiare che merita di essere valorizzata. Rispetto ad un capello liscio o mosso, il riccio necessita di maggiore attenzione e cura. Tra effetto crespo, styling a breve durata, doppie punte e nodi, i capelli ricci possono comportare non pochi problemi che, a lungo andare, potrebbero trasformarsi in veri e propri danni irreparabili e permanenti.

Se la beauty routine per i nostri capelli non è adeguata, la definizione del riccio e il volume vengono a mancare, ritrovandosi con un effetto crespo che crea solo disordine. Per questo, è importante seguire una serie di passaggi fondamentali e utilizzare prodotti specifici e poco invasivi.

Ecco 5 consigli per valorizzare al meglio i tuoi ricci.

1. La salute parte dallo shampoo

Uno shampoo aggressivo rischia di seccare il capello e vanificare ogni sforzo successivo. Si consiglia, quindi, di scegliere un prodotto che lavi la cute, ma sia allo stesso tempo delicato, nutriente, che protegge e dona luminosità ai capelli danneggiati.

2. Maschere e balsami nutrienti

Dopo lo shampoo, non può mancare la maschera o il balsamo nutriente. Per rimanere in ordine, i ricci devono essere nutriti ancora di più dei capelli lisci. Per questo, ad ogni lavaggio bisogna applicare un prodotto idratante, magari da lasciare in posa, in modo che possa penetrare in profondità nel capello.

Anche per maschere e balsami vale lo stesso discorso fatto per lo shampoo: evitare prodotti aggressivi e puntare su prodotti delicati e di qualità.

3. L’asciugatura

Appena lavati, non bisogna sfregare i capelli ricci con un asciugamano né strizzarli all’interno. Piuttosto, bisogna tamponarli con un telo in microfibra morbido, e poi passare all’asciugatura con il phon.

Sull’asciugacapelli, non deve mai mancare il diffusore: l’aria diffusa, infatti, permette al riccio di non subire un trauma diretto, di asciugare in maniera uniforme e di lasciare libere le ciocche di seguire la loro spirale naturale. L’aria non dev’essere troppo calda, e il phon deve essere tenuto a una distanza di 15/20 centimetri.

Per evitare di seccare troppo il capello, poi, si può applicare un prodotto pre-asciugatura, ad esempio uno spray termo-protettivo, che protegga dai danni dell’asciugacapelli.

4. Attenzione con il pettine!

É buona norma utilizzare il pettine, rigorosamente di legno e a denti larghi, solo quando i capelli sono ancora bagnati. Si può fare questa operazione anche sotto la doccia, aiutandosi con un balsamo districante.

É assolutamente sconsigliato l’utilizzo di pettini e spazzole quando i capelli sono asciutti. I ricci, infatti, una volta asciutti devono essere districati solamente con le mani pulite. SI tratta di un’operazione che richiede un po’ di tempo, ma i risultati sono soddisfacenti.

5. Dormire su federe di seta

Pare che le donne afro adottino questa tecnica da tantissimo tempo ed effettivamente i risultati parlano da soli. La seta fa meno attrito rispetto al cotone, i capelli sfregano meno e l’effetto crespo si riduce. Il cotone, inoltre, tende ad assorbire le sostanze naturali che mantengono i capelli idratati; la seta, invece, lo fa molto meno.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

gioielli

Gioielli e Armocromia

Negli ultimi anni, si tende ad allontanare sempre più la distinzione tra gioielli e bigiotteria, che si focalizzava prettamente sulla preziosità del materiale di cui

Leggi Tutto »

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.