Testamento Solidale: una vita che continua grazie a te

Partecipa anche tu al webinar gratuito “Testamento solidale: una vita che continua grazie a te” promosso da AIL Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma per scoprire tutto ciò che c’è da sapere sul mondo dei lasciti solidali. Potrai ascoltare le testimonianze di chi opera attivamente nel settore, fare domande (pre e durante l’evento online) e capire così insieme a noi come anche tu puoi cambiare la vita di tanti pazienti con un gesto d’amore.

Non mancare!

L'importanza del lascito

Il futuro dei pazienti e dei familiari lo costruiamo giorno dopo giorno grazie all’aiuto di chi, con un lascito, ha deciso di lasciare una traccia di sé e dei propri valori alle generazioni future.

Fare un lascito solidale significa destinare tutti o alcuni dei propri beni ad un ente benefico, come AIL. È un atto di amore e consapevolezza alla portata di tutti, non è necessario avere grandi patrimoni per fare questa scelta perché anche una donazione di piccola entità può fare la differenza per chi continuerà a lottare per un futuro senza tumori del sangue.

Perché scegliere AIL

L’AIL, dal 1969, finanza la ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma e segue i pazienti durante tutto il percorso di terapia, con lo scopo di garantire standard terapeutici uniformi e di alto livello e il miglioramento della qualità della vita, con un costante sostegno psicologico al malato.

Qualche dato

Le ricerche dimostrano che gli italiani sono un popolo generoso: 7 italiani su 10 hanno donato almeno una volta nel corso della propria vita.

È in crescita il numero di quanti hanno già predisposto un lascito testamentario o sono orientati a farlo: tra gli ultracinquantenni sono il 22%, con una crescita di ben 10 punti in 3 anni (erano il 12% nel 2018). E si può decisamente affermare che il Testamento solidale, ovvero quello nel quale si include un lascito in favore di una causa benefica, non sia più un oggetto misterioso per gli italiani. Il 73% sa di cosa si tratta e la percentuale aumenta di ben 10 punti (83%) tra chi ha più di 60 anni.

Vuoi fare qualche domanda?

Cogli l’occasione per scriverci in anticipo i tuoi dubbi o le tue perplessità a riguardo, sarà nostra premura risponderti durante il webinar in modo totalmente anonimo.