fbpx

Pavimento pelvico in Menopausa

pavimento pelvico

Il pavimento pelvico rappresenta uno dei principali pilastri per la salute e il benessere di ogni donna. C’è chi lo definisce come “il muscolo della felicità” e altri come “il muscolo più sconosciuto”.

Concretamente, il pavimento pelvico è un insieme di muscoli e legamenti che chiudono la parte inferiore della cavità addominale. La sua funzione è quella di mantenere gli organi pelvici (vescica, uretra, utero, vagina e retto) nella posizione corretta. La parte più esterna è chiamata perineo ed è situata nella parte inferiore del bacino.

Erroneamente, questa zona è considerata spesso un tabù e non le si prestano le giuste cure e attenzioni. Molte problematiche sono infatti legate proprio a quest’area, spesso sottovalutata, anche con l’arrivo della menopausa.

Pavimento pelvico ipotono e ipertono

Nell’arco della vita di una donna il pavimento pelvico subisce dei cambiamenti, dovuti prima alla gravidanza, poi al parto e infine alla menopausa. Questi agiscono sulla struttura muscolare che chiude la parte inferiore della cavità addominale e che aiuta a mantenere gli organi pelvici al loro posto.

La scarsa conoscenza di quest’area del corpo induce spesso a sottovalutarla e a non prestarle le giuste attenzioni. Infiammazioni, infezioni e, in generale, fastidi o dolori durante o subito dopo il rapporto sessuale possono essere causati da un ambiente pelvico problematico, magari contratto e povero di ossigeno.

Allo stesso modo, non sono da sottovalutare neanche condizioni di ipertono, ovvero quando la muscolatura è troppo rigida, o di ipotono, quand’è troppo rilassata. Entrambe le condizioni sono considerate patologiche perché influiscono negativamente sulla vita quotidiana.

  • Nel caso di ipertono i sintomi che può causare sono: fastidio intimo, bruciore, dolore durante rapporti, secchezza, sensazione di tensione, spilli e infezioni recidivanti. Inoltre, un pavimento pelvico ipertono può portare anche a cistiti recidivanti o post-coitali;
  • Le disfunzioni da ipotono del pavimento pelvico, invece, sono principalmente caratterizzate da sintomi come pesantezza pelvica e ipofunzionalità. Il pavimento pelvico è troppo debole e non riesce a svolgere le sue funzioni principali, dando origine a problematiche come l’incontinenza urinaria e il prolasso degli organi pelvici.

Come cambia il pavimento pelvico con la menopausa

In questa nuova fase della vita, le donne subiscono un calo degli estrogeni prodotti dalle ovaie e, assieme ai cambiamenti dell’età, causano una perdita di elasticità del pavimento pelvico.

In questa fase, i muscoli tendono a indebolirsi e ad assottigliarsi inoltre iniziano a contrarsi e rilassarsi meno. Tutto ciò porta a differenti conseguenze come una riduzione della capacità di sostenere gli organi e una risposta più scarsa a eventuali stimoli. Infatti, i sintomi principali che si possono avvertire in menopausa sono incontinenza urinaria, rilassamento del pavimento pelvico, secchezza, fastidioso dolore durante rapporti e atrofia.

Aspetti da non sottovalutare

Ecco cinque curiosità da tenere a mente sul pavimento pelvico:

  1. Cistiti e infezioni recidivanti possono essere causate da un ipertono del pavimento pelvico, un circolo vizioso di tensione muscolare, secchezza e infiammazione che causa sintomi simili alla cistite senza un’infezione batterica.
  2. La secchezza vaginale può essere causata da una disfunzione del pavimento pelvico. Quando c’è rigidità muscolare si crea un ambiente vaginale con una scarsa vascolarizzazione e ossigenazione dei tessuti con conseguente scarsa lubrificazione della mucosa.
  3. Le disfunzioni del pavimento pelvico da ipotono si possono prevenire iniziando ad allenare adeguatamente la muscolatura pelvica in giovane età. Sono consigliati esercizi di rinforzo muscolare pelvico da eseguire durante la giornata.
  4. L’orgasmo è costituito da una serie di contrazioni pelviche ritmiche e involontarie; una buona salute e un buon tono del pavimento pelvico possono incrementare la sensibilità sessuale.
  5. In presenza di rigidità e fastidio pelvico, è consigliabile eseguire il massaggio del perineo, una serie di manovre per rilassare ed elasticizzare la muscolatura pelvica.

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!

Iscriviti alla newsletter

Se ti è piaciuto questo contenuto iscriviti alla Newsletter ed entra a far parte della Community di Altraetà: una volta alla settimana riceverai sulla tua mail una selezione delle migliori notizie sul mondo over 50.

Più letti

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sul mondo over 50

Utente registrato correttamente!

Resetta la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email o nome utente. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.